lunedì 29 aprile 2013

Discorso programmatico Enrico Letta.

- Sospensione pagamento rata giugno IMU in vista revisione;
- Molte altre ottime intenzioni che costeranno parecchio;
- Intenzione di non aumentare ulteriormente il debito pubblico, consapevole che significherebbe rapinare ancora le risorse delle future generazioni;
- abbassare la pressione fiscale sulle famiglie e sulle piccole imprese.
Ho sentito che alcuni personaggi importanti, tra cui l'on. Brunetta e Bossi, hanno fatto rilevare che il Presidente Enrico Letta nel suo discorso non ha specificato da dove prenderà i soldi per finanziare tutti i buoni propositi esposti.
Personalmente mi sono fatto un'opinione: ha detto due più due per non dire quattro. E cioè: se non si vuole alzare il debito pubblico, facendo l'esempio del buon padre di famiglia, allora finalmente chi ha di più dovrà dare di più, come diceva Bersani. Spero di non essermi sbagliato e che finalmente si faccia qualcosa che si avvicini all'immagine del mio profilo fb.
Se Enrico Letta riuscirà a far capire agli italiani questa semplice realtà, Berlusconi & C. non potranno più prendere in giro la stragrande maggioranza degli italiani, tenendo ben nascosto che da oltre 20 anni hanno continuamente abbassato le loro tasse.



giovedì 25 aprile 2013

La litania del grillo.


Il 25 aprile è morto.
E' morto? 
Le date non possono morire e nemmeno gli avvenimenti con quello che rappresentano.
Il colmo per un comico: far piangere i partigiani dopo averli resuscitati. 

sabato 20 aprile 2013

LA RESTAURAZIONE

Il congresso di Vienna (1814-1815).   Toh, appena 200 anni fa!

 
 
Mah, mistero della politica italiana!
Dopo tanto inseguire un accordo con il M5S all'insegna del cambiamento ed avere assorbito un mare di sberleffi di Beppe Grillo che fa Bersani? Non accetta la candidatura per il quirinale di Rodotà proposta dal M5S, accettata anche da SEL, non apertamente respinta dal PDL e si impunta su Prodi, accettato solo dal PD a seguito di una votazione all'unanimità si, ma per acclamazione e cioè non democratica.
Risultato: Prodi ferocemente impallinato da oltre cento franchi tiratori e PD allo sfacelo.
Aperta la caccia ai franchi tiratori che da cacciatori si sono trasformati in selvaggina.
Così si torna al bisnonno Giorgio al quale il PD ha promesso che prenderà tutte le medicine, anche le più amare, che gli consentano di rimanere almeno in coma.
Povere stelline! Neanche il merito di indicare il Presidente della Repubblica gli hanno voluto lasciare pur essendo il partito che ha preso più voti alle ultime elezioni!

I PIFFERAI


Bersani per correre dietro a Grillo e a Berlusconi ha portato allo sfacelo il PD.
Considerare traditore chi non si è attenuto alle decisioni prese  "all'unanimità"  per acclamazione è un metodo stalinista che sottintende l'intenzione di attuare  gravi ritorsioni nei confronti dei dissidenti all'interno del partito. Votare a scrutinio segreto l'approvazione delle decisioni importanti no?


 

mercoledì 10 aprile 2013

Se tutti pagano le tasse...


IRES Imposta sui redditi delle società: anche per loro delle belle riduzioni dal 2000 al 2012.

E invece guardate un po' l'aliquota ordinaria dell'IVA, quella che paghiamo tutti, che sprint dal 1973 ad oggi! (Fonte dati: wikipedia) 

Se tutti quelli che possono impongono le tasse secondo la propria convenienza in barba ad ogni criterio di giustizia, costituzionalità e razionalità allora i servizi e tutto il resto se ne vanno in malora.