domenica 10 gennaio 2016

SVEGLIA, GIOVANI!


La generazione precedente, quella del disastro della seconda guerra mondiale, ha subìto morti e tragedie indicibili, si é spaccata la schiena e ha affrontato tanti sacrifici per farci stare meglio, per farci vivere in un mondo più giusto e solidale. In Italia ci hanno lasciato in eredità la Costituzione, che da tutti è riconosciuta la più bella del mondo. Oggi  i vecchia l potere pensano solo a rimanervi abbarbicati con i denti e con le unghia difendendo ferocemente i privilegi conquistati spesso con la violenza e con l'inganno e comunque quasi sempre a scapito dei più deboli. La prossima generazione? Si arrangino! Intanto dovranno lavorare duro per pagare le ricche pensioni intoccabili che loro giovani non potranno nemmeno sognare. E poi senza discutere dovranno pagare fino all'ultimo centesimo e con gli interessi l'enorme e ancora crescente debito che i  vecchi hanno fatto per permettersi una vita più che agiata, che per qualcuno comprende anche olgettine, bunga-bunga e disponibilità dei migliori avvocati per mettere a tacere eventuali giudici rompicoglioni che non si sono lasciati corrompere. Certo i figli di chi ha fregato il prossimo saranno tutelati e aiutati, ma a condizione che siano ossequiosi e ubbidienti ai vecchi, detentori del potere assoluto. Sveglia, giovani! Non fatevi ingannare dalla fregatura dei "diritti acquisiti". Diritti acquisiti possono e dovrebbero essere considerati solo i benefici riferiti al passato. Se si cambiano le regole del sistema pensionistico, le nuove regole devono valere per tutti.

Nessun commento:

Posta un commento